Vissuto come passione o professione, il ciclismo vanta nelle calzature alcune eccellenze made in Italy

[In cover: Calzature Gaerne – credits Bettiniphoto]

Lo sport all’aria aperta non è più solo una imposizione della pandemia, ma è diventato uno stile di vita che consente di vivere a contatto con la natura con beneficio del corpo e della mente. Sempre più persone si sono dedicate alle passeggiate, alla corsa e all’uso della bicicletta, sia per divertimento che per pratica dilettantistica.

Proprio la bicicletta, da quella muscolare (mountain bike adatte a tutti i terreni e gravel) alla e-bike, sta avendo nel 2021 una impennata di vendite (e di prezzi) al di là delle previsioni.

Complice forse anche il fascino per il Giro d’ Italia, che termina a fine maggio e che quest’anno, grazie anche al supporto di Ita-Italian Trade Agency, ha avuto come protagonista il made in Italy, facendo riscoprire borghi, eccellenze, arte e artigianato locali. Sport e made in Italy sono dunque un connubio vincente soprattutto per quanto riguarda gli accessori da usare per praticarlo.

Il ciclismo vanta una tradizione di calzature per professionisti prodotte in Italia, che uniscono performance e comfort. E’ il caso del modello G-STL di Gaerne, un concentrato di innovazione dalla tomaia alla suola, passando per il tallone Anatomic Heel Cup 1.0 che combina la tecnologia Tarsal Support System 1.0 per garantire la perfetta posizione del piede, al sistema di chiusura con otto zone di fissaggio, fino al rotore con la micro regolazione progressiva. La soletta interna anatomica con supporto nella zona tarsale garantisce comfort ed efficienza nella pedalata. La suola Gaerne EPS Light Weight Full Carbon Sole 12.0 è in fibra di carbonio intrecciato, leggera e ultra sottile assicura il trasferimento di ogni watt di potenza sui pedali; quattro prese d’aria garantiscono l’aerazione. La suola presenta inoltre un inserto antiscivolo nella punta e un tacchetto intercambiabile nella zona posteriore. La calzatura è disponibile anche con suola Carbon Speedplay.

CARBON G.STL utilizzata dai ciclisti sponsorizzati Gaerne al Giro d’Italia

(Team Bardiani CSF e Team Qhubeka Assos)

 

Leggerezza e comfort è il binomio vincente anche per Crono CR1, la scarpa di Sabena. La suola in carbonio a sei strati assicura di trasmettere ogni singolo watt di potenza ai pedali, plus che si aggiunge alla fodera anti-scalzante e alle aperture laterali per la ventilazione disegnate a laser. L’innovativo Multi-Contact Closure System, sviluppato nel reparto ricerca e sviluppo di Crono, consente una chiusura altamente avvolgente, distribuendo la pressione su otto punti ed eliminando il fastidio della linguetta anteriore. Il Boa Fit System e la soletta Solestar completano le performance della scarpa.

CR1 Gold

 

Rendono omaggio a un grande protagonista di questo sport, Marco Pantani, le calzature Manentishoes: artigianali e realizzate appositamente per il ciclismo, sono frutto di un’esperienza pluridecennale nel settore calzaturiero e di una passione profonda per il mondo della bicicletta. Ogni paio riporta la firma del campione romagnolo ed è la quintessenza del made in Italy per la grande cura dei materiali e dei dettagli e per gli accorgimenti tecnici come la chiusura integrata regolabile che garantisce massima elasticità. Grazie alla collaborazione fra Manenti Shoes e la Fondazione Marco Pantani Onlus, per ogni paio di scarpe venduto verrà versata una quota a favore della Fondazione.

Modelli della collezione Manentishoes Marco Pantani 2022 (grafica ideata dalla stilista Valentina Poltronieri)

 

Chi si è legato al Giro d’Italia, pur non facendo modelli da ciclismo, è SCARPA, azienda produttrice di calzature da montagna e outdoor, che è fornitore ufficiale di questa edizione. Per l’occasione ha fornito a tutto lo staff una speciale limited edition della Mojito Bio, biodegradabile al 100%, essendo realizzata con componenti di origine vegetale per cui alla fine del suo ciclo di vita è in grado di decomporsi dieci volte più rapidamente di una scarpa normale, riducendo l’impatto sull’ambiente. Il sodalizio fra l’azienda di Asolo e il Giro d’Italia quest’anno si è arricchito di un ulteriore tassello. Per la prima volta l’azienda e? partner ufficiale di Ride Green, il progetto ecosostenibile dedicato alla salvaguardia dell’ambiente per la raccolta, il riciclo e il recupero dei rifiuti, che si snoda lungo le tappe del Giro per sensibilizzare i comuni e le citta? sui principi della sostenibilità. Anche lo sport dunque pensa e agisce sostenibile!

 

Mojito Bio di SCARPA per il Giro d’Italia 2021