Con la regia di Luca Guadagnino, Salvatore, Shoemaker of Dreams sarà presentato fuori concorso

Si concretizza il progetto di Luca Guadagnino dedicato  a Salvatore Ferragamo dopo tre anni di lavorazione al docufilm.

Palcoscenico prestigioso è la Mostra del Cinema di Venezia dal 2 al 12 settembre, dove Salvatore, Shoemaker of Dreams sarà presentato fuori concorso.

Un viaggio attraverso l’arte calzaturiera del “calzolaio” più famoso di Hollywood, ma anche un percorso umano attraverso due mondi che si intrecciano fra loro, l’Italia e l’America dove approdò dalla Campania, sua terra di origine. Per tonare poi a Firenze e consacrare il suo successo imprenditoriale.

Per costruire il suo progetto, Guadagnino ha contattato la famiglia Ferragamo che gli ha aperto le porte agli archivi del marchio e dato accesso a interviste, aneddoti, informazioni oltre alle ultime e preziose testimonianze di Wanda Miletti, moglie di Salvatore.

Per tre anni la Fondazione e il Museo Salvatore Ferragamo hanno lavorato a fianco del regista e della sceneggiatrice Dana Thomas, mettendo a disposizione competenze e conoscenze diverse di carattere storico. Di grande importanza le registrazioni, restaurate per l’occasione, della voce di Salvatore che narra alcuni capitoli della sua autobiografia e le interviste radiofoniche rilasciate in Australia.

Luca Guadagnino