Il gruppo internazionale Fosun Fashion Group, che ha in portfoglio brand come Lanvin e l’italiana Caruso, ha acquisito il 100% di Sergio Rossi, già appartenente al fondo PE Investindustrial. La transazione è soggetta alla consueta approvazione normativa e si prevede che si chiuderà durante l’estate. Un altro illustre nome italiano, fondato nel 1951 a San Mauro Pascoli, passa quindi in mani cinesi e arricchisce e completa i marchi strategici del lusso di Fosun Fashion Group. Per il brand made in Italy, che conta su una rete di distribuzione mondiale di 64 negozi, di cui 45 store di proprietà diretta in location di lusso in tutta l’area EMEA, Giappone e Greater China, si apre un nuovo capitolo e nuove prospettive di crescita supportate da mirate azione strategiche. Riuscirà l’azienda a mantenere e perpetrare il proprio Dna italiano con salde radici nel distretto? “ll mio impegno – spiega il Ceo Riccardo Sciutto – è quello di rimanere per dare continuità alla difesa del nostro DNA, usando la loro potenza internazionale per raccontare con ancora più forza e determinazione la storia del brand a livello globale”. Ad affascinare i cinesi, oltre alla storia e alla qualità del marchio è sicuramente l’archivio che, come ha spiegato Joann Cheng, presidente di Fosun Fashion Group, “ne siamo rimasti ipnotizzati perchè meticolosamente rinnovato e digitalizzato con oltre 13.000 documenti, e dove oltre 6.000 scarpe storiche sono conservate come ispirazione per le collezioni future”. Un patrimonio da difendere e tramandare, come simbolo di un heritage che affonda le radici nel made in Italy.

SergioRossi ADV Campaign