E’ un impegno di tutti quello nei confronti della sostenibilità, che coinvolge ogni attore della filiera moda. Anche il cuoio per le suole. Per questo motivo il Consorzio Cuoio di Toscana ha stilato un decalogo, il Sustainability Statement,  con l’obiettivo di fissare gli standard qualitativi a garanzia del prodotto sia per le griffe che lo utilizzano  sia nei confronti dei consumatori finali.

L’industria del cuoio da suola conciato al vegetale è sostenibile ed è un esempio virtuoso di economia circolare e di rispetto dell’ambiente, poiché gli animali non vengono macellati al solo scopo di utilizzare la pelle, sottoprodotto quindi degli scarti alimentari.

Riguardo al processo di concia al vegetale, il Sustainability Statement sottolinea l’importanza e la valenza qualitativa della slow production attraverso un processo radicato nei secoli e basato sull’utilizzo di materiali organici come i tannini, estratti dalle piante di castagno, mimosa e quebracho, che garantiscono una lavorazione esente da metalli, a tutela della salute dei consumatori e della qualità delle creazioni e dell’ambiente. Grazie a questo trattamento, il pellame e? duttile, più? resistente e garantisce ai prodotti maggiore sicurezza anche quando entrano a contatto con la pelle dei consumatori.

Inoltre il decalogo pone l’accento sul rapporto tra sostenibilità, ricerca, nuove tecnologie e human factor. Tutte le aziende del Consorzio sono inoltre chiamate a impegnarsi a sostenere valori di etica sociale, nonché il rispetto dei diritti e la tutela dei loro lavoratori.