Camera Moda ha ribadito, durante la Milano Fashion Week (18/24 febbraio), la sua vicinanza all’ isolamento della Cina, lanciando una campagna con contenuti speciali in live streaming per portare virtualmente in Cina quello che succede a Milano e, viceversa, in Italia le collezioni di quegli stilisti che non possono essere presenti fisicamente in città e quindi condividere il fermento creato dai 188 appuntamenti fra sfilate, alcune co-ed donna e uomo, e presentazioni che animano la fashion week fra debutti e ritorni.

Come sempre sotto i riflettori anche le collezioni di calzature dei top brand, ai quali si aggiungono, per la prima volta inseriti nel calendario ufficiale, Moon Boot, Giordano Torresi e Patrizia Pepe con gli accessori.

Fra gli eventi la mostra Memos – A proposito della moda in questo Millennio, che apre al Museo Poldi Pezzoli il 21 febbraio e chiude il 4 maggio. Il Fashion Hub, questa volta alla Permanente, tiene a battesimo, come di consueto, 5 emergenti (Gentile Catone, Delirious, Salvatore Vignola, Apnoea, Giuseppe Buccinà),  8 stilisti cinesi presenti attraverso video, la Budapest Select con 5 marchi ungheresi, e Africa Now con la nuova generazione di designer africani. Si rinnova la collaborazione con Camera Buyer per l’organizzazione dell’ evento che consente ai giovani designer di presentare le collezioni per una giornata di pre-ordini a un pubblico selezionato.