Ai nastri di partenza la manifestazione White in formato digitale dal 25 febbraio attraverso la piattaforma con contenuti editoriali, per aiutare i piccoli brand a connettersi con i consumatori finali in questo difficile momento, e il marketplace B2B attraverso il quale i buyer potranno acquistare le collezioni. La nuova formula porta sotto i riflettori oltre 200 brand con un focus sulle PMI, raccontate attraverso uno storytelling innovativo per trasmettere le potenzialità di questa categoria di “artigiani evoluti”. Fra questi, anche realtà in evoluzione come il brand di calzature Yatay, che rappresenta anche l’altra anima della manifestazione White, concentrata sul tema della sostenibilità, sviluppata attraverso lo special project A Good Job e la collaborazione con Sustainable Brand Platform. Yatay è un esempio di un brand attento all’ambiente, fondato nel 2018 da Umberto de Marco, presidente di Coronet, azienda pioniera nella produzione di materiali ecologici. Dall’uso di materiali all’80% di derivazione naturale e da fonti rinnovabili, alla produzione che riduce l’impatto sull’ecosistema, fino alla campagna Yatay Forest che mira a salvaguardare l’ambiente e compensare le emissioni prodotte piantando un albero per ogni paio venduto, il marchio si inserisce perfettamente nella filosofia di White. Fra le tante collaborazioni della fiera, per la prima volta i contenuti editoriali sono arricchiti da The Style Lift, archivio tessile dagli anni Sessanta ad oggi, che presenta un “Guardaroba ideale per la p/e 2022” attraverso i tessuti di prestigiose aziende e il webinar “Jersey. Close to the body” con il contributo dell’antropologa del linguaggio Heléne Blignaut, del ceo di Jacktex, Piero Giachi, del fondatore di The Style Lift Marco Poli e degli stilisti Tiziano Guardini e Francesca Mitolo di Teeshare.