Fra punte quadrate e sfilate, tacchi medi e zeppe, la primavera/estate 2021 sarà nel segno della continuità

[In cover da sinistra: Versace, Blumarine, Prada SS2021]

Sfilate fisiche con pochi spettatori e sfilate digitali, video e filmati con record di visualizzazioni in  tutto il mondo; due addirittura in televisione, Giorgio Armani su La7 in prima serata e Elisabetta Franchi su LA5,  hanno messo tutti in prima fila, senza gerarchie e discriminazioni. Con questo format è andata in scena la Milano Fashion week, lo stesso adottato dalle fiere Micam, insieme a quelle raggruppate sotto l’egida di #strongertogether, e da White. Fisiche sì, ma anche presenti su piattaforme digitali per raggiungere quei buyer che non potevano venire in Italia, causa le restrizioni della pandemia. Più facile quindi vedere e assaporare le linee guida per la primavera/estate 2021 che hanno portato sotto i riflettori una moda nel segno della continuità. Soprattutto per quanto riguarda le calzature, che hanno confermato alcuni temi già presenti nelle collezioni della stagione precedente.

Forme quadrate

Si moltiplicano le proposte di calzature con la punta quadrata, anzi mozzata: sandali naturalmente, ma anche ballerine e mocassini, stivaletti e décolleté. Con tacco o flat, questo tipo di punta, già vista nelle collezioni invernali ma con minor insistenza, dovrà faticare ancora un po’ per imporsi nel guardaroba.

Listini, lacci &Co.

Ancora ovunque, sotto forma di nastri, cinturini e listini che avvolgono la caviglia fino a salire al ginocchio e oltre. Nelle forme più sportive la struttura ricorda il sandalo gladiatore, in auge negli anni 60/70, mentre i modelli più raffinati hanno cinturini sottili e minimali sia per le infradito sia per le tomaie a fascia.

Punte sfilate

Difficile rinunciarci perché sinonimo di femminilità.  La punta, più corta o molto allungata, ha lunga vita nelle collezioni e sulle passerelle. Declinata su tutti i modelli, dalla slingback alla décolleté, dallo stivaletto al sabot è accompagnata da tacchi medi e alti, sottili o più spessi.

Antonio Barbato, Fabio Rusconi, Giovanni Fabiani, Loriblu, Mara Bini, Moda di Fausto, Oxitaly, Sandro Vicari, Vic Matiè, VSeason (photocredits Gabriele Zanon)

Ernesto Dolani, Tesorone (photocredits Ephoto)