Da Vigevano a Parabiago, fino alle Marche

[In cover: Amanda, la calzatura vincitrice]

Dopo Vigevano, dove era stata inaugurata il 20 novembre scorso e si è chiusa a fine gennaio, la mostra è approdata a Parabiago dove terminerà l’1 aprile, per prendere poi la destinazione delle Marche. La mostra era nata con l’intento di ricordare la violenza contro le donne, una vera e propria emergenza sociale, che ha nelle scarpe rosse il simbolo universalmente riconosciuto e aveva dato il titolo alla mostra stessa: “Scarpe Rosse, quando il design diventa simbolo”. Al termine del percorso museale di Vigevano, un QR code invitava il pubblico a votare sui social  la calzatura preferita e quella più votata era destinata a rimanere in esposizione permanente al Museo della Calzatura. Il 5 marzo, a corollario di una serie di eventi a chiusura di questa iniziativa a Vigevano per rilanciare l’impegno a contrastare la violenza sulle donne per 365 giorni all’anno, è stata dichiarata vincitrice la calzatura Amanda, del designer Arturo Gorlini, avendo ricevuto il maggior numero di like su Facebook.

L’inaugurazione della mostra alla Biblioteca di Parabiago