Dal tacco “a baffo” di sandali e décolleté alle stampe animalier di stivaletti e ballerine

Alla sua passione per la moda affianca anche una competenza tecnica. Damiano Marini infatti, dopo gli studi in economia, frequenta il corso di stilista-modellista di calzature presso il Cercal di San Mauro Pascoli, venendo così in contatto con il calzaturificio Casadei, con il quale ha collaborato. Nel 2015 fonda il proprio brand, prodotto nelle Marche, e da allora inizia un percorso fra talent e partecipazioni a Alta Roma, che lo fanno conoscere anche da personaggi del cinema e dello spettacolo, che apprezzano il suo stile super femminile e moderno. E’ questo il segno distintivo delle sue calzature, sviluppato attraverso il tacco “a baffo”, che dà l’idea di una doppia suola. Di recente il designer ha introdotto anche “ il delta”, un dettaglio prezioso e minimale allo stesso tempo, spostando l’attenzione dal tacco alla punta della scarpa.

La collezione autunno-inverno 2020/21 spazia dai sandali alle décolleté, dalle ballerine agli stivaletti con gambale in nappa stretch. Protagonisti sono i materiali che alternano camosci a velluti, vitelli in tonalità tenui o grintose, a stampe animalier con richiami ai mantelli di zebre, leopardi e pitoni. Il connubio fra design, qualità dei materiali e delle lavorazioni è l’espressione più evidente dell’estro e della maestria made in Italy.