Un libro spiega come il luxury stia guidando la trasformazione del mercato

Bling – Il futuro del lusso parla Instagram, indossa sneakers e usa l’AI  è il libro, edito da Mondadori e scritto da Aldo Agostinelli e Silvio Meazza, che racconta un futuro che è già oggi.  Quello del lusso che ha intrapreso la strada della digital transformation attraverso nuove parole d’ordine che sono omnichannel, user experience, sostenibilità. Il lusso cioè ha avuto la capacità di captare il mutamento e guidarlo, plasmando il digitale e restandone a sua volta plasmato. Bling è un libro sul marketing che analizza anche i numeri: il 50% dei compratori del lusso inizia la propria esperienza di acquisto online in cerca di ispirazione; di questi il 39% conclude l’acquisto offline: il marketing si trova così a fare i conti con un consumatore sempre più “no channel”, che ama ancora le modalità classiche di acquisto nelle boutique ma richiede la medesima conoscenza dei propri gusti a cui l’ha abituato il digitale. Di conseguenza i negozi diventano dei veri hub iper tecnologici. E se il lusso è spesso occidentale, ma sempre più il compratore è orientale, a livello mondiale il 33% degli acquirenti sono GenZ e Millennials che vogliono prodotti sostenibili. Ecco quindi che il lusso osserva, raccoglie i segnali e si orienta di conseguenza.