Le calzature nell’iconico tessuto sono perfette per la primavera in arrivo

[In cover: Baldinini P/E 2021]

Italia e Francia si contendono I natali del denim: nel XV secolo in Italia si diffuse un tipo di fustagno molto robusto di colore blu tinto con il guado ed esportato attraverso il porto di Genova (Blue de Genes poi blu jeans), mentre in Francia la città di Nimes produceva una tela resistente (serge de Nimes da cui deriva in inglese il termine denim). Da allora la sua storia si intreccia con l’abbigliamento, prima per gli abiti da lavoro dei minatori americani, poi nel 1853 con la nascita dei jeans grazie all’intuizione di Levi Strauss. Consacrati a metà anni Cinquanta dai divi del cinema che li indossano in film cult come Gioventù Bruciata, per diventare poi negli anni ’60-70 simbolo della contestazione giovanile, i pantaloni, e di conseguenza l’uso del tessuto denim, hanno sempre accompagnato la storia della moda.

Dolce & Gabbana P/E 2021

 

Versatile e noseason, il denim ha contaminato tutti i capi di abbigliamento e anche le calzature. Per la primavera/estate 2021 non possono quindi mancare nel guardaroba stivaletti, sneaker, sandali e décolleté in questo materiale per un look anche total denim, come si è visto sulle passerelle di molti stilisti.