Dall’abbigliamento alle calzature la leggerezza sarà il fil rouge della prossima stagione

[In cover: sfilate Prada, Ermenegildo Zegna, Dior PE2022]

L’estate non può prescindere dal comfort e dalla libertà di mescolare dettagli anche in contrasto fra loro, dove i codici della moda si sovvertono e si contaminano di culture e suggestioni diverse. Un percorso irreversibile per il vestire maschile dove il formale perde ogni rigidità a favore di volumi più fluidi, e lo streetwear si rifugia nei dettagli quasi sartoriali.

Le sfilate maschili, virtuali o reali, per la primavera-estate 2022 da Milano e Parigi e le collezioni di Pitti Uomo hanno acceso i riflettori su palette di colori vitaminici, con qualche concessione alle tonalità della natura, su silhouette fluide, su capi e accessori versatili, su un continuo dialogo fra heritage e futuro. Il tutto condito con una buona dose di ingredienti genderless.

Gli accessori rimangono costantemente sotto i riflettori, dalla testa (con i cappelli da pescatore o utility con micro taschine) passando per le mini borse da appendere al collo o a quelle maxi da portare a mano, fino alle calzature che spaziano dai mocassini, ai sandali alle sneaker, tutte con la visibile impronta del made in Italy, sinonimo di buona fattura, materiali di alta qualità e contenuto moda.

Calzature classiche rivisitate

Sul classico non si transige: stringate, oxford, derby sono modelli senza tempo eppure facilmente attualizzabili nell’uso di pellami più sportivi, nei colori e addirittura nelle decorazioni. Ne è un esempio la stringata proposta da Prada e arricchita da una corolla di fiori in pelle, da indossare con il calzettone anche sotto le tutine e i pantaloni corti. Il classico si reinventa, quindi, e anche la più rigorosa calzatura con lavorazione norvegese, sinonimo di eccellenza nella costruzione, può diventare attuale in versione supercolorata e con pellami morbidissimi.

Mocassini come guanti

Sono sfoderati, destrutturati e flessibili i mocassini con lavorazioni a sacchetto proposti in tante collezioni. I pellami ingrassati e anticati li rendono ancora più morbidi e piacevoli da indossare, ma sono molte le proposte anche di modelli strutturati. Con suole in cuoio o con fondi più sportivi, tomaia intrecciata o in pelle liscia, i mocassini sono trasversali a tanti outfit che prevedono sia il pantalone lungo che quello corto.

 

Sneaker irrinunciabili

Chi le considera sulla via del tramonto, chi invece le definisce degli “evergreen” nel guardaroba maschile. La verità, come sempre, sta nel mezzo, tanto che non mancano mai sulle passerelle e nelle collezioni dei brand specializzati in calzature. La sfida oggi si gioca non tanto sui modelli con suole a cassetta o chunky, tomaie mono o multicolor, quanto sul concept del minor impatto ambientale del prodotto: suole in materiali naturali o riciclati, tomaie bio-based, lavorazioni che escludono elementi dannosi o nocivi alla salute.

Photo credits Gabriele Zanon