Iniziamo subito con un chiarimento: i pellami usati per le calzature (lo stesso vale per le borse, l’abbigliamento, i divani, gli interni auto, ecc) sono un sottoprodotto della macellazione di animali per uso alimentare. Quindi pelli di vitello, mucca, agnello, capra, maiale e anche pesci (ad esempio la razza) vengono lavorati da apposite aziende, le concerie, che le riciclano e le trasformano in materiali da impiegare nell’industria della moda.

E le concerie italiane sono fra le aziende virtuose del nostro paese, che hanno saputo distinguersi per creatività, moda, tecnologia e conformità alle regole ambientali. Come ad esempio la Conceria Superior di Santa Croce sull’Arno che sta attivandosi per ottenere le certificazioni Qualità. Etica, Ambientale e Sostenibilità.

Un discorso a parte riguarda i pellami pregiati (coccodrillo, pitone, animali esotici in generale) che sono soggetti alla Convenzione di Washington, che si basa su una serie di permessi e certificati, rilasciati se sono soddisfatte determinate condizioni e che devono essere presentati agli uffici doganali abilitati ai controlli dei Paesi interessati allo scambio.

La tecnologia ha fatto passi da gigante e oggi i pellami hanno finissaggi, stampe, effetti, fantasie e disegnature in linea con la moda, e in certi casi una leggerezza e una duttilità molto simili a quelle dei tessuti.

Mini glossario della pelle

Cuoio/Pelle  

La pelle conciata dovrebbe sempre essere chiamata cuoio ma in Italia nell’uso comune il termine cuoio viene preferenzialmente attribuito a cuoi spessi e rigidi, come il cuoio suola e per cinture, mentre si usa il termine pelle per cuoi più sottili e morbidi come per abbigliamento, calzature, pelletteria, ecc.

Cavallino/Pony

Non è pelle di cavallo, ma pelle bovina/vitello trattata in modo da apparire lucida e setosa ad imitare il pelo del cavallo.

Cordovan

Pellame molto resistente ottenuto dalla culatta del cavallo, da cui si ricava pellame per un solo paio di scarpe che risultano molto resistenti e indistruttibili.

Nappa

Pellame morbido a pieno fiore o reso morbido con procedimenti chimici o meccanici.

Pieno fiore

Pellame che ha conservato la grana (o fiore) di origine, non avendo ricevuto alcun trattamento che corregga la superficie.

Scamosciato/Nubuk

Pelle smerigliata per dare una peluria che conferisce un effetto velluto.

Vernice

Pelle lucida verniciata a caldo con sostanze contenenti olio di lino o a freddo con vernice prodotta con poliuretani.

 

Tipi di concia

Concia al cromo
Tipo di concia che utilizza il cromo minerale per rendere la pelle particolarmente morbida.

Concia all’anilina
Tipo di concia basata sull’uso di anilina come finissaggio che dà ai prodotti una particolare lucentezza e trasparenza di colore.

Concia vegetale
Procedimento consistente nel trasformare la pelle in cuoio per mezzo di scorze di piante che in acqua producono succhi tannici naturali; questo trattamento si realizza in botti.

 

VEDI TUTTI GLI ARTICOLI DELLA RUBRICA