Dal mocassino moderno, negli anni '30, alla Car Shoe brevettata negli anni '60

Se nell’immaginario comune il mocassino viene comunemente associato agli Indiani d’America, in realtà le calzature che indossiamo oggi si ispirano a quelle dei lapponi, usate anche dagli allevatori norvegesi per un’attività come la mungitura che necessitava scarpe comode e flessibili.

Il mocassino moderno comincia a diffondersi in occidente negli anni ‘30 anche se è solo dagli anni ‘40, grazie soprattutto ai divi hollywodiani prima, e agli universitari delle facoltà più esclusive poi, che comincia ad essere accettato anche nel mondo della moda: prima, infatti, veniva visto alla stregua di una pantofola.

La vera innovazione, che coincide con lo sdoganamento definitivo nel mondo dell’eleganza, si deve a un marchio italiano, Fratelli Rossetti, che negli anni ‘60 prima introduce con il modello Brera gli ormai classici “fiocchetti” e poi con il modello Yacht inventa la prima scarpa da indossare senza calze, sostituendo la fodera in pelle con una in spugna.

Piccola curiosità: in inglese il mocassino viene detto loafer, che significa “scanzafatiche”.

Le Car Shoe

C’è una speciale tipologia di mocassini, brevettata negli anni ‘60 e pensata appositamente per la guida, che va sotto il nome di Car Shoe, come l’omonimo marchio fondato da Gianni Mostile, un artigiano di Vigevano con la passione per l’automobilismo.

Ben conscio di quanto le suole dei mocassini tradizionali fossere inadatte alla guida, Mostile creò un modello in cui la suola veniva montata sui dei tasselli di gomma battuta, la stessa utilizzata per gli pneumatici, in modo tale da unire la comodità e la flessibilità del mocassino a una presa molto più sicura sui pedali

Nel ‘63 il Ministero dell’Industria e del Commercio Italiano concesse il brevetto e in breve tempo le Car Shoe conquistarono appassionati in tutto il mondo, tra cui personaggi del calibro di Giovanni Agnelli, John Fitzgerald Kennedy, Aristotele Onassis, Roberto Rossellini e Ingrid Bergman.

Nel 2001 il marchio è stato acquistato e rilanciato dal Gruppo Prada.

VEDI TUTTI GLI ARTICOLI DELLA RUBRICA