Il made in Italy è subito riconoscibile

Decine di migliaia di follower, collaborazioni con alcune tra le più importanti aziende e i marchi più prestigiosi, la propria vita condivisa sui social network, e poi inviti, eventi, foto, tante foto: potrebbe sembrare il ritratto di un influencer ma in realtà stiamo parlando dei KOL, acronimo che sta per Key Opinion Leader e che in Cina — come ci hanno spiegato due di loro lo scorso febbraio — identifica una categoria che comprende sì gli influencer ma, più in generale, anche celebrità, blogger, vlogger, modelli e live-streamers.

Dopo la partecipazione di cinque KOL alla scorsa edizione di MICAM, due di loro sono tornati a visitare la fiera: si tratta di Danso e Sarah, ai quali si è aggiunta anche HiyaSonya.
Abbiamo colto l’occasione per incontrarli e sederci insieme per qualche domanda sul loro lavoro, sullo stile italiano e ovviamente sulle calzature.

HiyaSonya

ITALIANSHOES: Quando avete deciso di diventare influencer? Chi vi ha ispirato maggiormente a intraprendere questo percorso?

Danso: ho studiato fashion design e volevo condividere sul web ciò che imparavo e di cui mi appassionavo. Era circa il 2006, e ho cominciato a essere seguito da studenti e da molti giovani in generale. È così che sono diventato un influencer.

Sarah: io ho cominciato da poco. Sono KOL da un anno. Vengo dal mondo della tv. Lavoravo in uno studio televisivo, facevo la presentatrice e la pubblicità. Sono diventata influencer perché me l’hanno chiesto in molti, che già si ispiravano al mio stile.

HiyaSonya: sono una blogger e una influencer da tre anni. Ho studiato nel Regno Unito. Anche io facevo la presentatrice in tv ma volevo avere un lavoro più indipendente.
Un giorno andai a Los Angeles per un evento che riuniva molti YouTuber e vedere tutti questi giovani che facevano un lavoro che amavano, libero e indipendente, mi diede la spinta. Quando tornai in Cina lasciai il mio lavoro.

Sarah

ITALIANSHOES: Come descrivereste il panorama KOL in Cina?

Sarah: c’è una grandissima varietà. Puoi trovare KOL di tutti i tipi: KOL di viaggi, di moda, di cosmetici, cibo.

ITALIANSHOES: Come scegliete i prodotti dei quali diventare “ambasciatori”?

HiyaSonya: la cosa più importante è che il marchio o il prodotto ti piaccia davvero. Se non mi piace, rifiuto la collaborazione, anche nel caso mi offrano molti soldi [ride, ndr].

Sarah: credo che la cosa più importante sia scegliere ciò che è giusto per te, ciò che ti rappresenta davvero. Chi ti segue ti apprezza per ciò che sei e si accorge se indossi o usi qualcosa che non ti piace e lo fai soltanto per denaro.

Danso: sono d’accordo. Scelgo solo ciò che amo.

ITALIANSHOES: Come tutti, però, anche voi siete in costante evoluzione. I gusti cambiano, quindi magari qualcosa che sembra “stonare” in realtà è solo specchio di questo cambiamento.

Sarah: sì, e i più giovani sono anche i più aperti in fatto di stile e di gusto.

Danso: infatti è importante provare anche cose nuove. Azzardare, aprire la strada.

ITALIANSHOES: Come sono posizionati i marchi italiani in Cina? Mi riferisco soprattutto a quelli del settore moda.

HiyaSonya: in Cina i marchi italiani sono sinonimo di ottima qualità, affidabilità.

Danso: quando vedo Made in Italy sono sicuro che il livello sia altissimo.

HiyaSonya: soprattutto per le scarpe, guardo subito dove sono state prodotte.

ITALIANSHOES: Che marchi italiani di calzature preferite?

Danso: per quanto riguarda le scarpe maschili sicuramente Santoni. I loro colori sono meravigliosi.

HiyaSonya: io amo Sergio Rossi.

Sarah: non ho un marchio preferito e faccio fatica a ricordare i nomi perché quelli italiani sono difficili! [Ride, ndr]
Acquisto spesso scarpe fatte a mano a Firenze.

Danso

ITALIANSHOES: Che sensazioni evoca indossarne un paio di calzature italiane?

Danso: comfort. Il comfort è molto importante. Spesso per creare i miei outfit inizio proprio dalle scarpe.

Sarah: penso che le calzature italiane abbiano la capacità di “illuminare” l’intero look.

ITALIANSHOES: Che tipo di calzature sono di moda in questo momento in Cina?

Danso: penso che per i giovani le tendenze siano più o meno le stesse in tutto il mondo. Le sneaker sono attualmente le calzature più di moda.

HiyaSonya: per le ragazze oggi è rarissimo indossare tacchi alti.

Sarah: sono tutti molto impegnati in mille attività. Le donne hanno bisogno di qualcosa di bello e anche comodo e le fashion sneaker sono perfette.

ITALIANSHOES: Cosa avete visto di interessante a MICAM?

Sarah: Moltissimo. Mi è piaciuta tutta l’esperienza MICAM in generale. Sono anche andata al barber shop. Mi hanno fatto un’acconciatura anni ’50.
Sono rimasta affascinata da tutte le persone che girano per MICAM: sono elegantissime, piene di stile.

Danso: ho incontrato giocatori di calcio. Ho anche notato come ci sia un’unione molto stretta, qui in Italia, tra calzature e calciatori.

Sonya: io ho molto amato la sfilata degli Emerging Designers. Ho trovato idee molto interessanti, future tendenze.