I consumatori cercano calzature di qualità con un giusto mix di lusso e comfort.

[In copertina: Le Hong a Micam, allo stand di Salvatore Ferragamo]


I brand internzionali in Vietnam sono presenti solo nelle due città principali, all’interno di shopping mall come ad esempio il Trang Tien Plaza Center ad Hanoi, e il Vincom Center o il luxury multibrand Runway a Hochiminh City. Le griffe francesi si mescolano a quelle italiane, ma le calzature, almeno fino a un anno fa, erano soprattutto quelle dei big player dell’abbigliamento. Qualcosa ora invece sta cambiando, come ha detto a italiashoes.com Le Hong Thuy Tien, presidente di Imex Pan Pacific Group, che distribuisce in esclusiva Salvatore Ferragamo e Dolce&Gabbana sul mercato vietnamita, oltre ad avere 28 filiali nel Paese impegnate nei settori della moda e degli accessori. L’abbiamo incontrata al Micam di settembre, alla ricerca di marchi italiani.

Questa è la sua prima visita. Come le è sembrato il Micam?

Sono sorpresa da quanti marchi made in Italy ci sono e soprattutto dal livello qualitativo. Il target medio-alto e alto è perfetto per il mercato vietnamita, oggi alla ricerca di prodotti in pelle. Qui ho trovato aziende che sanno esprimere valori interessanti per i nostri consumatori.

Ad Hanoi, il Trang Tien Plaza Center ha un piano dedicato agli accessori, ma non ci sono brand di livello. Come mai?

Stiamo cercando di riorganizzare il layout e di portare più scarpe italiane e di qualità per fidelizzare il pubblico, come abbiamo fatto con Salvatore Ferragamo con cui lavoriamo da otto anni.

Quali stili preferiscono i consumatori vietnamiti?

Calzature ricche di dettagli, che combinano il lusso con il comfort dei materiali e la leggerezza. Questo vale sia per gli uomini sia per le donne, che sono attratti da tutto ciò che è fatto a mano.

 

Le Hong Thuy Tien a Micam 2017