Sopra al ginocchio, flosci, texani, anfibi, mountain e combact boots: per l’autunno-inverno 2019/20 sono i modelli passe-partout da indossare H24.

[In cover da sinistra: Byblos, Saint Laurent e Louis Vuitton]

Dalle passerelle italiane e francesi alle collezioni presentate a MICAM Milano, White, Super e TheOneMilano, l’nverno 2019/20 sarà scandito ancora dagli stivali.
Certo, la stagione fredda lo richiede, ma i cuissard e gli stivaletti in tutte le declinazioni hanno preso il posto delle sneaker, meno presenti del solito nelle sfilate. E come le sneaker si indossano in ogni occasione, con gli abiti lunghi come con quelli corti, di giorno e di sera, invertendo le stagioni e i ruoli del dress code. Così anfibi e combact boots si portano anche con abiti in pizzo e mise eleganti, completi dal taglio maschile e outfit super femminili, come ormai vuole la moda che sovverte gli schemi e mescola tutto.

Ecco quali calzature scegliere per il prossimo inverno.

Total white

Bianco dalla testa ai piedi o, meglio, dal cappello alla calzatura. Il total white è ormai sdoganato anche per l’inverno, raffinato negli outfit più formali e grintoso per quelli sportivi. Quindi tantissimi gli accessori in questo “non colore” che spesso viene declinato nell’argento. Stivali, stivaletti e sneaker sono i modelli più adatti all’inverno. Da evitare la décolleté bianca che fa troppo “matrimonio”.

 

 

Back to ’70 con i cuissard e gli stivali flosci

Più che un amarcord, il cuissard è diventato un classico nel guardaroba. Ormai da qualche stagione non abbandona la scena e lo si vede declinato in tante varianti, da quello aderente in lattice alla versione più tecno di ispirazione hockey, a quello più nuovo in pellami specchiati.
Anche in versione floscia e in varie altezze (alla caviglia o a metà polpaccio), lo stivale sarà la calzatura passe-partout per eccellenza.

 

Dal Texas alla montagna

La cowgirl del prossimo inverno indosserà i texani, sia i modelli più vicini agli originali, sia quelli liberamente ispirati. I materiali, gli abbinamenti e la ricchezza dei dettagli fanno la differenza e li rendono più attuali. Accanto agli stivali western ci sono gli anfibi e i mountain boot che rubano le suole e le allacciature ai modelli più tecnici.

 

[Foto di Sandro Vicari, Boemos, Cesare Paciotti, Fabi, John Richmond, Dei Mille, Raparo, Barracuda, Frankie Morello, Gianni Marra, Jeannot, Pas de Rouge e Kelton by Gabriele Zanon.]