L'idea, brevettata, è di due imprenditori salernitani

La storia delle invenzioni è piena di casi di successo nati da un bisogno reale. Quando c’è un problema da risolvere, l’ingegno dà il suo meglio, ed è questo il caso di Spilloo, il paratacco che protegge appunto i tacchi delle scarpe da graffi e urti.

«È un’idea nata un paio di anni fa ascoltando la lamentela di una nostra amica, infastidita dal fatto che le sue preziose scarpe, appena messe, si graffiassero lungo il tacco alla prima uscita», racconta Roberto Carbonaro, che con Gianluca Crescenzo ha dato vita al progetto.

Decisi a studiare il problema, i due cominciarono a documentarsi, e sul web scoprirono l’esistenza di molti forum al femminile dove se ne discuteva, e nei quali le utenti si davano le une con le altre consigli su come evitare la seccatura dei tacchi graffiati, spellati, macchiati a causa di un sanpietrino, una grata o l’uso magari durante un evento in un giardino.

«Ci mettemmo al lavoro e arrivammo a concepire una sorta di “cover” per prevenire questi piccoli infortuni. Dopo una serie di prove arrivammo al prototipo definitivo e a quel punto cercammo di scoprire se qualcun altro aveva già avuto la medesima idea. Visto che non ci aveva ancora pensato nessuno, la brevettammo, la registrammo e scegliemmo il nome Spilloo», spiega Carbonaro.

Spilloo è un paratacco progettato e realizzato interamente in Italia con un materiale termorestringente. Questo significa che si può applicare in pochi secondi, senza nessuna conoscenza particolare, semplicemente usando un phon, e una volta applicato si stringe attorno al tacco, proteggendolo.

Non è monouso. Rimane sulla scarpa finché non si rovina (ma il tacco, sotto, è salvo) e, per rimuoverlo, basta far presa con l’unghia, come con un pezzo di nastro, ma, non essendoci colle, non lascia materiali residui sulla scarpa né macchie di alcun tipo.

Il paratacco attualmente esce in tre misure — in base al diametro del tacco — e in due tipologie, trasparente e nero, ma l’azienda ha il progetto di realizzarne versioni colorate per trasformarlo in un vero e proprio accessorio che, oltre a proteggere, può anche cambiare l’aspetto di una calzatura.

Sul mercato da marzo, si può acquistare sia online che in una serie di calzolerie e negozi di accessori e prodotti per calzature.