Dal cuissard al texano, dai modelli stretch o morbidi alle scarpe maschili, ecco cosa comprare per l’autunno-inverno 2018/19.

[In cover: Vivetta, Elisabetta Franchi e Antonio Marras A/I 18/19]

Per una volta le sneaker passano in secondo piano.
Non che siano state trascurate nelle collezioni, anzi ormai sono un irrinunciabile evergreen, ma sulle passerelle di Milano Moda Donna, a White e Super e anche a MICAM Milano, a farla da padrone sono stivali&C.

Se nell’abbigliamento è tutto un tripudio di echi anni Ottanta con colori forti e spalle voluminose, contaminazioni fra maschile e femminile nei tessuti e nei tagli, spunti anni Settanta nelle lunghezze midi e nella maglieria lavorata a mano, nelle calzature restano pochi dubbi.

 

Stivali: non solo stretch

Il cuissard rimane ancora il pezzo forte, appena sopra il ginocchio o ancora più alto, in materiali stretch oppure morbidi. Ma gli stivali più nuovi sono quelli con il gambale floscio, che forma le pieghe e ricorda i modelli anni Ottanta.
E poi texani, anfibi, stivali a tubo, purchè con un forte carattere che per la sera si sbizzarrisce con frange, fibbie, decori, piume, pizzo e velluto.

Stivaletti-mocassino

Lo stivaletto è declinato in mille versioni e in varie altezze di tacco.
Un modello ricorrente è quello che si contamina con il mocassino, con mascherine, frange e catene, tipiche di questo tipo di scarpa. Il risultato è un ibrido che consente accostamenti audaci e conferisce un effetto tridimensionale allo stivaletto.

Maschile vs femminile

E’ sempre più forte la tendenza a mescolare maschile e femminile, soprattutto nell’uso di tessuti quali tweed, principe di galles e tartan (presente anche nelle stampe delle calzature) abbinati a materiali più leggeri come organza, pizzo e tessuti decorati.
Ecco che calzature maschili come mocassini e stringate, anche con le suole spesse, vengono liberamente abbinate ad abiti leggeri, spesso eleganti e super-femminili.