Di calzature che non si mangiano (ma mettono l'acquolina) e pasticcini abbinati a ciò che si indossa ai piedi

Irresistibili. Indulgenti. Decadenti.
Così Chris Campbell definisce le sue creazioni che si collocano in una categoria tutto loro, nella quale convivono arte pop ed eccesso di zuccheri, accessori eccentrici e abilità nella personalizzazione..

Campbell, che è ovviamente un grande amante dei dessert, ha iniziato per passione, customizzando calzature femminili fino a farle assomigliare a torte nuziali, crostate, cupcake e coppe gelato.
Visto il successo sui social network — su Instagram ha oltre 100.000 follower — ha trasformato il passatempo in attività, coinvolgendo anche sua moglie, creando un marchio, Shoe Bakery, e mettendosi a vendere calzature personalizzate realizzate a mano (anche su ordinazione) e accessori.

Vista l’abilità, qualcuno potrebbe crede che si tratti di prodotti davvero commestibili, e infatti sul sito di Shoe Bakery viene più volte specificato che i prodotti si possono sì indossare ma certamente non mangiare.

Quelli che invece si possono certamente mettere sotto i denti sono i gustosissimi pasticcini immortalati da Tal Spiegel, chef-pasticcere che vive e lavora a Parigi e che qualche anno fa ha iniziato a fotografare dolci abbinandoli alle scarpe indossate, diventando in breve un vero e proprio caso su Instagram.

Girando per gli hotel, i ristoranti, i fornai e le pasticcerie parigine (ma non solo, di tanto in tanto Spiegel va anche in “tour” all’estero), lo chef posta nuove foto a cadenza quasi quotidiana e per le occasioni speciali indossa anche preziose scarpe Made in Italy.