Taglio del nastro della sede di Confindustria Moda. Da sinistra Roberto Scarpella (Presidente Associazione Italiana Pellicceria), Giovanni Vitaloni (Presidente di Anfao), Cirillo Coffen Marcolin (Vice Presidente Confindustria Moda), Vincenzo Boccia (Presidente Confindustria), Annarita Pilotti, (Presidente Assocalzaturifici), Claudio Marenzi (Presidente Confindustria Moda).

 

Confindustria Moda ha inaugurato il 15 maggio la sede in via Villasanta 3 a Milano.
La nuova federazione, che raggruppa moda, tessile e accessorio e di cui fa parte anche Assocalzaturifici, testimonia l’importanza di fare sistema e di valorizzare il made in Italy.

“Noi che rappresentiamo l’eccellenza artigiana nell’immaginare, creare e far sognare i consumatori, – ha detto il presidente Claudio Marenzi che è affiancato nella vicepresidenza da Cirillo Marcolin – stiamo dimostrando anche la forza del fare, e bene, attraverso la nostra unione e la sede comune allestita a tempo di record”.

Tutti i settori coinvolti rappresentano oltre 67 mila imprese che occupano più di 580 mila lavoratori per un fatturato di 88 miliardi di euro con una quota di export pari al 62%. Con questa aggregazione il settore moda avrà quindi maggior peso politico e la possibilità di accentrare i servizi alle imprese.
La nuova sede, vicino a Corso Sempione, occupa 3.800 metri quadrati e ha sede nell’edificio che ha ospitato la casa-laboratorio di Nicky Chini, artigiano della moda che negli anni Quaranta si stabilì in questo palazzo.