Prima o poi molti lo fanno. Un po’ per passione, un po’ per completare la proposta di accessori.
Le calzature sono la naturale extension di una collezione di borse, con le quali condividono spesso ispirazione e mood, materiali e dettagli. Così avviene per due marchi già affermati nelle borse.

Les Petit Joueurs, brand nato quattro anni fa dalla creatività di Maria Sole Cecchi, debutta per la p/e 2019 con décolleté, stivali, slingback e sandali dal design versatile e con un tocco vintage dai richiami anni Settanta e Ottanta, anche se con un twist contemporaneo. Fedeli alle caratteristiche del brand nell’uso di elementi geometrici e colori primari, le calzature hanno infatti punte quadrate e tacchi a rocchetto, perline e cristalli.

Salar Milano nasce dal sodalizio creativo di Salar Bicheranloo e Francesca Monaco, da sempre appassionati collezionisti di calzature. Dopo le borse, ecco le scarpe per la p/e 2019, ma con un fil rouge comune da trovare nelle atmosfere surreali di un festival nel deserto. Lavorazioni (come il torchon), dettagli e colori caldi a contrasto con quelli acidi, vengono sviluppati in diversi temi.
La collezione evoca nel tacco un elemento iconico del brand, la borchia piramidale, firma distintiva che ha reso riconoscibili le borse Salar Milano.