Quattro giorni (dal 27 al 30 ottobre) dove al Base di Milano sono protagonisti gli studenti delle scuole che aderiscono alla Piattaforma Sistema Formativo Moda (fra queste, per le calzature, Cercal, Politecnico Calzaturiero e Arsutoria School),con workshop e panel, sfilate e attività.
Non solo passerelle, dunque, ma un momento dove l’offerta formativa dialoga con il sistema moda e la creatività si interfaccia con la produzione. È per questo motivo che l’iniziativa ha il supporto di Confindustria Moda, la Federazione che raggruppa sette associazioni del settore moda che guardano ai giovani come a un patrimonio indispensabile per la crescita di un comparto che nei prossimi due anni, come ha sottolineato il presidente Claudio Marenzi potrà generare 40/45.000 posti di lavoro.
Fashion Graduate Italia 2019 si conferma quindi un’ attività centrale per Piattaforma Sistema Formativo Moda che, come ha ricordato il presidente Giulia Pirovano, lavora allo sviluppo di progetti formativi mirati alle necessità del settore. E fra queste c’è sicuramente la sostenibilità ambientale e sociale, tanto da dedicare all’argomento la giornata del 28 ottobre, sviluppata attorno alla sfilata collettiva di 16 scuole, preceduta dalla proiezione di River Blue, docu-film sulla produzione del denim che sta tingendo di blu i fiumi del mondo, e da una tavola rotonda sul tema.