Il marchio nasce dal knowhow di una azienda attenta alla qualità e all’ambiente.

Ci sono aziende che hanno un knowhow indiviabile, costruito con anni di esperienza di lavoro per grandi brand nazionali e internazionali. Una di queste è il calzaturificio Emmegiemme Shoes nel Salento, specializzato nella produzione di sneaker.
Creare un marchio proprio? 
“Mai mai”, dicono i due soci Rocco Gnoni e Maria Pia Morciano. E invece cedono alla tentazione di affermarsi sul mercato con un proprio brand, che chiamano appunto MaiMai. Sneaker, ovviamente, da 26 anni il core business dell’azienda vicino a Lecce. Ma molto curate nella costruzione e nei materiali, con modelli speciali come quelli con la gorgiera (un gioco di plissé) per l’inverno, o quelli creati in collaborazione con Liberty of London per la primavera/estate 2020.
Oltre alla qualità, il calzaturificio punta anche alla sostenibilità; infatti lo stabilimento di Surano, lavora utilizzando solo energia solare auto-prodotta, e per incentivare i dipendenti a fare uso di energie alternative, nel parcheggio aziendale sono state installate colonnine per la ricarica gratuita delle auto elettriche. Con una produzione made in Italy di oltre 2.000 paia al giorno realizzata con circa un centinaio di dipendenti interni, l’azienda si avvale anche di due laboratori esterni, facenti capo alla proprietà, dislocati in Romania e in Bulgaria. Montaggio, finissaggio e controllo qualità sono comunque sempre attuati nello stabilimento di Surano da operai esperti, tanto che l’attenzione alla professione è sfociata nella creazione di una accademia di formazione interna. Nel corso degli anni l’azienda ha ricevuto la certificazione del processo produttivo dell’Istituto inglese SATRA “BS en iso 9001” e in seguito dall’Istituto tedesco DASA REGISTER “ISO 14000” per l’alto livello qualitativo e il rispetto dell’ambiente.