La designer ha studiato in Italia e ha scelto il nostro paese per la produzione

Qualcosa di vecchio,
qualcosa di nuovo,
qualcosa di prestato,
qualcosa di blu.

Tra le tante superstizioni e tradizioni legate al giorno del matrimonio, quella su cosa deve indossare la sposa è probabilmente una delle più diffuse e famose, con piccole variazioni da paese a paese.

La designer di calzature Jessica Bédard ha addirittura deciso di inciderla sotto la suola delle scarpe che produce con il marchio che porta il suo nome.

Franco-canadese, moglie dell’ex giocatore della major league di baseball Eric Bédard, Jessica ha deciso di intraprendere la carriera di designer di calzature quando il marito ha abbandonato il professionismo, scegliendo di studiare presso una scuola italiana, la prestigiosa Arsutoria School di Milano.

Appena diplomata, nel 2016 Bédard ha lanciato il suo brand, puntando sulle scarpe da sposa e optando di nuovo per l’Italia, stavolta per la produzione, affidandosi ad esperti artigiani del Made in Italy e a pelli e tessuti pure italiani.

Con un punto di riferimento come Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci, nel 2017 la designer ed imprenditrice ha allargato la sua offerta con una linea di scarpe femminili Pret-a-Porter, che ha subito conquistato il mercato, soprattutto quello americano.

Tra le sue clienti c’è anche Sophie Gregoire Trudeau, la moglie del primo ministro canadese Justin Trudeau.

VEDI TUTTI GLI ARTICOLI DELLA RUBRICA