Il brand, prodotto a Firenze, è un concentrato di creatività e qualità.

[In cover: un modello della linea Rouched di Matteomars]

Matteo Ciampalini ha creato la propria linea nel 2017 dopo aver collaborato con prestigiose griffe della moda, da Sergio Rossi a Antonio Berardi, da Elie Saab a Iceberg a Emilio Pucci, e aver debuttato nella selezione dei Vogue Talents del 2017Tuttora si divide fra Los Angeles, dove segue alcune collaborazioni e Firenze, dove produce il suo brand Matteomars.

Matteo Ciampalini

Matteo Ciampalini

Piccoli pezzi d’arte dalle linee architettoniche, le calzature risultano molto femminili e sexy grazie a dettagli studiati per far esaltare il piede, come l’elemento grafico della linea Swoosh, un baffo all’insù che trae ispirazione dall’architettura del brasiliano Niemeyer e che è diventato la cifra stilistica del designer fiorentino.  

 

 

La collezione per l’autunno-inverno 2019/20, presentata alla manifestazione White, propone anche le décolleté con plissettature e rouches fatte a mano che sono un omaggio a Alaia e Madame Vionnet, dove la femminilità è riletta in chiave glam anni Ottanta.



Lo stilista gioca poi con il simbolo dell’infinito interpretato su stivaletti, sandali con cinturino alla caviglia e sling back.

E con il motivo snake che regala un effetto tridimensionale alla tomaia. I materiali spaziano dal satin alle nappe, dal velluto ai pellami metallizzati.