Il marchio di calzature, disegnato da Raphael Young, impiega materiali riciclati.

Si scrive  F_WD, ma si legge Forward, cioè guardare avanti.
È una linea di sneaker e, con la prossima stagione invernale 2021, anche di abbigliamento, che combina streetwear con riferimenti al mondo outdoor urbano e sport, disegnata da Raphael Young, stilista con un  passato da YSL e in maison francesi e un presente come consulente creativo per Tod’s Men e Redemption.

Il progetto, voluto da Onward Luxury Group, che produce e distribuisce marchi propri (Jil Sander e Joseph) e in licenza (Rochas, Proenza Schouler, Mulberry, Samuele Failli, See by Chloé), nasce con una mission ben precisa, quella di impiegare materiali riciclati e biodegradabili, sottolineata anche dal lettering presente su scarpe e capi per richiamare l’attenzione su tematiche sociali ed ecologiche.
Come e, soprattutto, come essere credibili quando tutti parlano, spesso superficialmente, di sostenibilità, ecologia e riciclo? La risposta viene dall’azienda. La tomaia è in un materiale composto dal 43% di fibra di mais e il resto di Pu riciclato, i solventi sono a base acquosa, le stringe provengono dalla fibra di ananas, gli occhielli e i tiranti dalle reti dei pescatori.
Per l’a-i 20/21, assicurano, la scarpa sarà totalmente riciclabile grazie ai materiali provenienti dagli scarti della plastica. Lo scopo è quello di usare i rifiuti di plastica che già ci sono e non produrne altri. Il progetto, spiegano, potrebbe sfociare in una community, quella degli “hack-tivist”, crasi fra hacker e attivisti, per diffondere attraverso il brand un messaggio forte e preciso di salvaguardia dell’ambiente.
Il marchio, giunto alla sua seconda stagione con la p/e 2020, è prodotto per la maggior parte in Italia sulla Riviera del Brenta.