Il marchio Habbot produce tutte calzature Made in Italy, realizzare da artigiani campani

Ha cominciato lavorando negli uffici londinesi del colosso dell’e-commerce Net-a-porter per poi tornare nella sua Australia occupandosi prima di strategia aziendale e poi di sviluppo del prodotto in un’azienda di calzature. Lì Annie Abbott ha cominciato a sognare un proprio marchio, sogno che si è concretizzato nel 2011, con il lancio di Habbot.

«Ho sempre e soltanto trovato questo tipo di stile e di qualità nella produzione dei marchi internazionali del lusso,» spiega la designer raccontando il tipo di scarpa che produce, «un “lusso” a volte però difficile da giustificare. Habbot offre una nuova varietà di opzioni, un’avventurosa palette di colori e una qualità sorprendente, così che le donne, in ogni stagione, possano investire in un paio di calzature senza dover sacrificare altri elementi essenziali al loro guardaroba».

In poche parole, qualità a un prezzo raggiungibile: questa la ricetta “segreta” di un brand che ha scelto come materiali d’elezione le pelli italiane e che produce interamente in Italia, dove Annie ha una squadra di collaboratori che lavora a stretto contatto con alcuni artigiani del distretto calzaturiero campano.