17 tappe su e giù per l'Italia

Nel settore dell’hotelerie si usa parlare di boutique hotel per definire quegli alberghi di piccole dimensioni ma di alto livello, gestiti con grande cura e caratterizzati da un’atmosfera lussuosa ma al contempo intima.

Da qualche anno qualcosa di analogo è apparso anche nel linguaggio di chi frequenta o scrive di festival musicali, e l’etichetta di boutique festival ha iniziato a diffondersi per differenziare piccoli ma curati eventi distanti anni luce, per dimensioni e mood, dai grandi festival come Coachella, Primavera Sound, Sónar, Sziget, Reading.

In quanto più a misura d’uomo e spesso fortemente caratterizzati, i boutique festival dell’estate 2018 seguono sonorità, immaginari, stili differenti tra loro, come diverse sono le modalità di organizzare, vivere e godersi gli eventi.
Da Pescara a Torino, su e (soprattutto) giù per lo stivale, inseguendo la musica, gli scenari, le albe e i tramonti sui meravigliosi paesaggi italiani, virtualmente si potrebbe proseguire quasi senza interruzioni né sovrapposizioni da un festival all’altro. In tal caso la raccomandazione è di portare tante scarpe. Ovviamente italiane!

IndieRocket Festival
29 giugno — 1 luglio, Pescara

Chi suona: We Are Scientists, Rival Consoles, KOKOKO!, Ron Gallo
Quindici anni sulle spalle, portando a Pescara artisti da tutti e cinque i continenti e puntando sulla musica d’avanguardia. A proposito d’avanguardia, il tema di questa edizione è dedicato al futurismo post-cubista e costruttivista di Balla, Boccioni, Carrà e Russolo.

VIVA Festival
4 — 8 luglio, Valle d’Itria

Chi suona: Liberato, Jamie XX, Iceage, Goldie, Arca, The Black Madonna
Costola del più celebre festival torinese Club to Club, VIVA è un evento “diffuso” tra diverse cittadine della Valle d’Itria, in Puglia: Alberobello, Cisternino, Fasano, Locorotondo, Martina Franca e Ostuni.

Lars Rock Fest
6 — 8 luglio, Chiusi Scalo (SI)

Chi suona: The Pop Group, Protomartyr, Japandroids
Tre giorni di musica e amore nella Val di Chiana, in provincia di Siena, per la settima edizione di un festival che — come suggerisce il titolo — è all’insegna del rock.

Locus Festival
7 luglio — 11 agosto, Locorotondo (BA)

Chi suona: Baustelle, Cosmo, Diodato, Bradley Zero, Ghemon
Non solo musica ma anche letteratura e arti visive per un festival che si snoda per oltre un mese e che esiste da ben 14 edizioni, puntando sul mettere assieme avanguardia e pop in uno scenario, quello della Valle d’Itria, che negli anni è diventato uno dei più vitali per quanto riguarda i festival musicali.

Unaltrofestival
8 luglio, Milano

Chi suona: James Bay, Adam Naas, Albin Lee Meldau, Andrea Poggio
Nato all’interno del noto Circolo Magnolia, all’Idroscalo di Milano, Unaltrofestival è un evento “sospeso tra mainstream e alternativo”. La quinta edizione si svolge in una sola giornata.

Musical Zoo
18 — 22 luglio, Brescia

Chi suona: Coma_Cose, Myss Keta, Nathan Fake
Decimo compleanno per il Musical Zoo, che finora si è sempre tenuto nel bellissimo Castello di Brescia ma che per questa edizione uscirà per la prima volta dalle mura fino ad invadere il centro.

NeXTones
20 — 21 luglio, Montecrestese, Val D’Ossola

Chi suona: Robert Henke, Ben Frost, Scuba
Con un nome che gioca sul tipo di musica e contemporaneamente sulla location — performance ed elettronica d’avanguardia, in una cava di granito, per un piccolo “festival nel festival” (si svolge all’interno di Tones on the Stones http://tonesonthestones.com/) giunto alla quinta edizione.

Ortigia Sound System
25 — 29 luglio, Isola di Ortigia, Siracusa

Chi suona: James Holden, Kamaal Williams, Erlend Øye
Nato in piccolo e diventato anno dopo anno sempre più conosciuto, in Italia e nel mondo, l’Ortigia Sound System si tiene nell’omonima isola siracusana, patrimono Unesco.
Giunto alla quinta edizione, si balla dal tramonto all’alba e poi ancora al tramonto, con dj set e feste anche sulle barche.

Siren Festival
26 — 29 luglio, Vasto (CH)

Chi suona: PIL, Cosmo, Colapesce, dEUS, Lali Puna, Mouse on Mars
4 giorni, 6 palchi, più di 30 concerti e dj set. In appena due edizioni il Siren Festival è riuscito a strappare titoli come “il festival dell’anno”, “una versione nostrana del Primavera Sound”, “il nostro piccolo Coachella”.
La terza, in arrivo a luglio con una line up di altissimo livello, non mancherà di soddisfare le aspettative.

Polifonic
27 — 29 luglio, Monopoli (BA)

Chi suona: Carl Craig, John Talabot, Mano Le Tough
Mare, albe, tende, ottimo cibo, musica per sognare, per rilassarsi, per innamorarsi e per scatenarsi. Al motto di #heartheground, è una delle migliori sorprese tra i piccoli festival italiani.

Fat Fat Fat Festival
3 — 5 agosto, Corridonia (MC)

Chi suona: Madlib, Floating Points, Larry Head aka Mr Fingers, Egyptian Lover
«You can’t download the experience» recita il motto della nuova edizione del festival marchigiano. Si può scaricare la musica (dance, elettronica e black i generi prediletti da Fat Fat Fat), quella sì, ma non le emozioni, le atmosfere, i tramonti, gli sguardi, le bellezze del luogo.

FestiValle
9 — 11 agosto, Agrigento

Chi suona: The Rosemberg Trio, Chicago Stompers
Uno dei luoghi più belli al mondo, la Valle dei Templi di Agrigento, fa da cornice alla seconda edizione di FestiValle, che ha anche una sezione dedicata alla musica elettronica, Electro Festivalle, presso la spiaggia di San Leone, a pochi minuti di distanza.

Ypsigrock
9 — 12 agosto, Castelbuono (PA)

Chi suona: The Jesus and Mary Chain, The Horrors, The Radio Dept., Aurora
Uno dei più longevi, piccoli festival italiani, considerato tra i migliori d’Europa, da ventidue anni nella affascinante cornice di Castelbuono, un borgo medievale a pochi chilometri da Palermo che durante il festival si popola di appassionati da tutto il mondo e da band di livello internazionale.

Frac Festival
10 — 11 agosto, Roccelletta di Borgia (CZ)

Chi suona: Populous, Mavi Phoenix, Floating Points dj, Myss Keta
Frac significa per Festival di Ricerca per le Arti Contemporanee, si svolge da quattro anni e in questa edizione cambia sede e si sposta presso il suggestivo Parco Archeologico Scolacium dove tra concerti e performance prenderanno vita nuovi immaginari.

Somewhere Festival
17 — 19 agosto, Gizzera (CZ)

Chi suona: Kerri Chandler, Dj Seinfeld, Nachtbraker, Hugo LX
Valorizzare le meraviglie naturali, artistiche e culturali di luoghi poco conosciuti della Calabria attraverso la cassa di risonanza della musica elettronica: questa la missione di Somewhere, che cambia location ad ogni edizione, portando il pubblico a scoprire sempre nuovi scenari e nuove storie.

Dancity Festival
24 — 26 agosto, Foligno (PG)

Chi suona: Tangerine Dream, Nu Guinea, Amelie Lens, Moritz von Oswald & Tikiman
Dancity sta per densità, città e movimento. Dal 2006 il festival esplora nuove sonorità e modalità di contaminazione, accompagnando concerti e dj set con performance, installazioni e incontri su musica e tecnologia.

TOdays
24 — 26 agosto, Torino

Chi suona: My Bloody Valentine, Editors, Mount Kimbie, The War on Drugs, Cosmo
Dopo tre acclamatissime edizioni torna l’evento che “racconta le città del mondo a Torino e Torino, a sua volta, al mondo intero” mettendo assieme band di importanza internazionale e talenti italiani, per un festival che, come suggeriscono gli organizzatori, “va goduto, non va spiegato”.

In copertina: Polifonic Festival