L’autenticità secondo Alberto Fasciani

Quando si parla di autenticità nelle calzature si pensa soprattutto a certe lavorazioni complesse che danno valore aggiunto al prodotto e dove l’intervento manuale è ancora elevato.

Ed è così per  il brand made in Italy Alberto Fasciani che usa le costruzioni goodyear flex e norvegese a contrasto per le calzature in materiali quali suede, vitello e alce, tinti a mano con pigmenti, creme e cere vegetali per ottenere gamme cromatiche sempre diverse. La morbidezza è assoluta: l’effetto flex è garantito dall’uso di fibre di cocco o di gomme naturali inserite nella suola.

Per un prodotto più giovane, la sneaker per la primavera estate 2019 è realizzata in un particolare lino o canapa lavorati a mano su antichi telai  di 120 anni. Questi tessuti naturali rientrano nel Progetto Campotosto, una collaborazione che mira a restituire dignità e nuovo slancio alle realtà economiche locali, colpite dal sisma del 2017, che ha spinto il designer a scegliere i panorami suggestivi del luogo come sfondo della campagna per la collezione P/E 2018.

Applicazione concreta dell’operazione è il co-branding artistico con Assunta Perilli, titolare della Bottega Fonte della Tessitura, fornitore dei tessuti naturali usati per creare le scarpe in lino proposte nella collezione. Un sodalizio che nasce dall’incontro tra tecniche artigianali di produzione e che sfocia in un prodotto davvero unico.