Le sfilate sono sempre più orientate a unire le proposte uomo e donna. Nasce White Street Market aperto anche al pubblico.

[In cover: exhibition at White Street Market. Foto credits: Getty images]

La Milan Fashion Week (15-18 giugno), organizzata dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, si presenta ai nastri di partenza con 28 sfilate, molte che uniscono in un unico momento la presentazione delle collezioni sia maschili che femminili, oppure dedicate solo alla Spring 2019 donna, come nel caso di Alberta Ferretti, che apre le sfilate venerdì 15, il brand finlandese Aalto e Stella McCartney che chiude la kermesse di Milano.

Fra i debutti in passerella, il marchio londinese Besfxxk e il progetto creativo Vien del designer italiano Vincenzo Palazzo. Nuovi anche il brand coreano Spyder, la label francese Ih Nom Uh Nit e il brand Triple RRR di Roberto Cavalli.
In apertura delle sfilate anche la quarta edizione di Milano Moda Graduate, la piattaforma dedicata alle eccellenze delle scuole di moda italiane, che si propone di facilitare l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro attraverso possibilità di networking. Un tema questo molto caro alla Camera della Moda, tanto che è appena stato creato il CNMI Fashion Trust, un ente senza fini di lucro, finanziato da un gruppo di imprenditori, filantropi e investitori, che si prefigge di selezionare nuovi talenti del made in Italy e aiutarli nella formazione e nel business.

White (16/18 giugno in zona Tortona) punta su un format che coinvolge anche la città attraverso il White Street Market, una sezione dedicata allo sportswear&streetwear, aperta oltre che ai buyer anche al pubblico, soprattutto ai millennials, dove si mescolano moda, musica, workshop, cultura e sostenibilità.
Un vero e proprio festival di fashion e street culture, precursore di un nuovo corso delle fiere, che mette in connessione brand, addetti ai lavori e consumatori.
In questa sezione sono presenti brand come Adidas Originals, Sergio Tacchini, Patagonia, La Martina, attirati dalla nuova formula fieristica.

Di grande attrattiva anche Sneakerness, il più importante evento europeo per gli appassionati di questi prodotti, con una “sneakers arena” dove interagiranno gli stakeholder del settore. L’area della manifestazione White Man&Woman più propriamente B2B è ricca di brand nuovi e di ricerca, dal respiro internazionale, secondo la mission degli organizzatori.
Fra gli special guest, Matthew Miller con il suo abbigliamento maschile sperimentale, Abasi Rosborough con la sua estetica sartoriale di nuova concezione, Sagittaire A con la sua decostruzione agender tra arte e moda, e il debutto della collezione donna see now buy now di Avavav, marchio di Linda e Adam Friberg.